Tag Titolo Abstract Articolo
Aprile 2012 - il paradigma del malaffare
Il caso della Lega
immagine
Se ci fosse stato bisogno di un novo evento per concludere le riflessioni di questo dossier su “il sistema della corruzione Italia” quale indicatore privilegiato della deriva del Belpaese, eccolo servito. Lo scandalo che ha travolto la Lega Nord, alfiere di una crociata della periferia padana contro il sistema corrotto di “Roma ladrona”, ha suscitato, più che sconcerto, ilarità. Nei fatti nulla di nuovo e di inatteso: la cronaca quotidiana replica sé stessa e il racconto è sempre lo stesso: procedura e contenuti. Nessuno si stupisce più del malaffare e del sistema che regge e tiene in vita la classe politica e la classe dirigente del Belpaese. In questo spettacolo quotidiano la sequenza è sempre la stessa: vittimismo, complottiamo, familismo e … immobilismo.
Dossier Storia & Storici – marzo 2012
Video di presentazione del dossier
immagine
Esiste davvero il rischio che la classe dirigente del Belpaese consegni progressivamente le istituzioni e la gestione del potere alle organizzazioni del malaffare? Come ogni organizzazione statuale l’Italia conosce il fenomeno della corruzione, ma è il suo dilagare, la sua natura strutturale, la sua enfasi che pone problemi di analisi e interpretazione. La democrazia repubblicana, fragile e incompiuta costituzionalmente, sembra aver convissuto da sempre con la corruzione. Le denunce si moltiplicano, i casi di corruzione dominano le cronache di ogni giorno, la visibilità del sistema è a tutti nota e la capacità/compiacenza di convivere con l’illegalità è divenuta costume, tratto della italianità.
Inizio
<< 10 precedenti
10 successivi >>
Storia&storici è diretto da Roberto Moro
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact